Casa Babylon Teatro - Pagani (SA)  
     
  Home  .  La Compagnia  .  Produzioni  .  Eventi  .  Laboratori  .  Tourné  .  Contatti
    
Centro per la formazione
dei lavoratori dello Spettacolo
Arte e Cultura Teatrale
promozione, produzione e distribuzione teatrale
per le nuove generazioni.
 
  Sei in:    Home  *  Eventi  *  Scenari pagani 2019  *  Daniele Sepe - Canzoniere napoletano
  
Programma 2019


Venerdì 25 Gennaio 2019

Compagnia Enzo Mirone
Operina elettro - meccanica

Venerdì 1 Febbraio 2019

Sotterraneo Teatro
Overload

Sabato 16 Febbraio 2019

I Fratelli Caproni
Attento si scivola

Sabato 23 Febbraio 2019

Amor vacui
Intimità

Sabato 9 Marzo 2019

Familie Floz
Teatro Delusio

Sabato 16 Marzo 2019

Virus Teatrali
Io so e ho le prove

Venerdì 22 Marzo 2019

Daniele Sepe
Canzoniere napoletano

Sabato 30 Marzo 2019

Teatro delle Marche
456


Patrocini
 

Casa Babylon Teatro

Casa Babylon Teatro

 

Comune di Pagani

 

Regione Campania

 

Provincia di Salerno

Provincia di Salerno

 

Teatro Sant'Alfonso Maria De' Liguori

Teatro Sant'Alfonso Maria de' Liguori


Ritratti di Territorio

Ritratti di Territorio

 

Si ringrazia...


Sponsor per scenari pagani 2019


 

Sponsor per scenari pagani 2019

Scenari pagani - 2019

 

Venerdì 22 Marzo 2019

DANIELE SEPE

in

Canzoniere napoletano


con
Daniele Sepe – sassofoniCanzoniere napoletano - Daniele Sepe
FLO – voce
Tommy De Paola – tastiere
Davide Costagliola – basso
Paolo Forlini – batteria

Difficile definire la sua musica, sempre in bilico tra reggae, folk, world music, jazz, rock, fusion, blues, musica classica… Una sua caratteristica costante è il modo quasi “zappiano” di affrontare la scrittura e l’arrangiamento.


Daniele Sepe così definisce il proprio stile: “La musica è fatta di tante cose molto diverse fra di loro, è così come un regista fra loro di genere, pensa a Kubrick dall’horror alla fantascienza ad un film storico tutti fatti bene, io spero di fare cose molto diverse fra di loro e tutte fatte bene”.


Daniele Sepe è la napoletanità che si fonde con il jazz, il funk, le melodie mediterranee, il rock, il rap, in una contaminazione continua dove la vivacità e la forza dei suoni si accompagna ad una sentita critica sociale che non disdegna anche il gioco dell’ironia.


La passione e le capacità tecniche sono tante, i guadagni pochi e dunque Sepe si dedica dapprima alla musica barocca e poi al ruolo di turnista a fianco di musicisti quali Nino D’Angelo, Gino Paoli, Eduardo De Crescenzo e Nino Buonocore. In questo periodo s’inverte la rotta: poco entusiasmo e maggiori entrate economiche. Questi sacrifici però non sono vani perché il sassofonista riesce ad autoprodursi il primo album “Malamusica” che ottiene un buon riscontro dalla critica, così come i seguenti “L’uscita dei gladiatori” e “Play standards and more”.


I suoi album incontrano subito il parere favorevole della critica, ma è soltanto col quarto, Vite perdite (1993), realizzato dalla Polosud Records e distribuito in tutto il mondo dall'etichetta tedesca Piranha, che Il lavoro riceve un unanime consenso di critica e pubblico tanto che alcuni registi cinematografici (Martone – “L’amore molesto”, Ferrario – “Figli d’Annibale”, Battiato – “Cronache di un amore violato” e numerosi altri) lo scelgono per musicare le proprie pellicole.


Successivamente incide dapprima “Spiritus Mundi” e poi il suo primo album per Il Manifesto “Trasmigrazioni”. La stima di questa nuova etichetta nei suoi confronti è suggellata dalla stampa dell’antologico “Viaggi fuori dai paraggi”. la sua prima antologia, con la quale ha inizio una collaborazione che dura sino al 2007.


Nel 1998 l'album Lavorare stanca gli frutta la targa Tenco come migliore album in dialetto.


Nello stesso anno diventa maestro concertatore alla prima edizione del festival "La Notte della Taranta" a Melpignano.


E’ Invitato in prestigiosi festival europei … incider lo splendido “Conosci Victor Jara” … pubblica “Truffe & Other Sturiellett” a cui segue la messa in scena al Teatro Argentina dei “Dieci comandamenti” di Raffaele Viviani, realizzato insieme a Mario Martone.


Nel 2002 pubblica “Anime Candide (canzoni d’amore e di guerra)” e nel 2004, “Nia Maro”.


Nel 2006, Sepe affronta a proprio modo gli anni ’70, politicamente e musicalmente, con “Suonarne uno per educarne cento”, una sorta di summa di tutto ciò ha influenzato il Sepe musicista e militante, dissacrante come nessun altro lavoro del musicista.


All’inizio del 2008 Sepe torna con “Kronomakia” ,tredici brani tra sonorità arabe e nordeuropee, riletture che sanno di musica antica e, a chiudere, due perle: “Stayin’ Alive” dei Bee Gees e “Norvegian Wood” dei Beatles entrambe in … latino.


Nel 2009 l’infaticabile produzione, alternata fra dischi ufficiali e colonne sonore, si arricchisce di “Truffe & Other Sturiellett’ – (in)cumplete classical and films miusik Vol. 1, 2 & 3”, un cofanetto cui si aggiunge, ai primi due già editi, un terzo volume che fornisce tutta la retrospettiva del Sepe compositore di musiche per cinema.


Siamo al 2010 esce “Fessbuk”, un disco dirompente. Quattordici brani nati per buona parte dallo scambio di opinioni tra Daniele e i suoi amici e fan che per mesi hanno animato la “bacheca” del celebre social network, in cui è presente il suo trafficatissimo “profilo”. Brani che, come sempre, fotografano efficacemente l’Italia di oggi, attraverso l’ironica celebrazione di vizi (tanti) e virtù, in una carrellata di personaggi e temi che faranno ridere, riflettere, discutere, in cui nessuno viene risparmiato dalla tagliente penna di Sepe.


Tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011 Sepe mette a segno una prestigiosa collaborazione, quella con il grande regista statunitense Terry Gilliam (“Brazil”, “L’esercito delle 12 scimmie”, “Paura e delirio a Las Vegas”, “Parnassus” – solo per citarne alcuni), che rimane colpito dalla sua musica, e gli chiede di scriverne per il proprio cortometraggio “The Wholly Family”, ambientato e girato a Napoli.


“Canzoniere Illustrato” segna una nuova tappa nella carriera di questo straordinario musicista. È in realtà molto di più di un semplice album; “Canzoniere Illustrato” è un volume di grosse dimensioni (ben 106 pagine) contenente12 fumetti per 12 canzoni. Fumetti realizzati da geniali maestri del colore (Mauro Biani, Squaz, Kanjano, Akab, Kranti, Rosaria Cefalo, Shaone, Fulvio Cozza, Giuseppe Guida, Antonino Iuorio, Marcella Brancaforte, Tony Afeltra, Enzo Troiano, Giuseppe Guida, Luigi De Michele) ed arricchito da una splendida copertina del grande Altan. La musica prevede un menù internazionale di canzoni provenienti da tutto il mondo e dal folklore italiano orchestrati nei più diversi stili, come ci ha ormai abituato Daniele Sepe, e con la partecipazione delle bellissime voci di Floriana Cangiano, Ginevra Di Marco, Florin Barbu, Marzouk Mejri, Josè Seves, Robero Argentino Lagoa e Brunella Selo oltre ad una nutritissima schiera di ottimi musicisti.


Nel 2013 da alle stampe “In vino Veritas”, cd che, come sovente avviene nei suoi dischi, cela dietro la forma di canzone, suonata sempre ad altissimi livelli, qualche frecciata al perbenismo italiota.


Seguono nel 2015 “A note spiegate” e nel 2016 “Capitan Capitone e i fratelli della costa” che ha avuto un formidabile successo di pubblico e di critica.

 

 

Orari, Costi e Prenotazioni
 

Orario spettacoli: ore 21:00

Abbonamenti € 80,00
Abbonamenti Studenti Under 26 € 65,00

Biglietti € 13,00

Biglietti Studenti Under 26 € 10,00

Per gli spettacoli di:
Familie Floz e Daniele Sepe
Biglietto Unico di 20 Euro


Prenotazioni
Casa Babylon Teatro
c/o Centro Sociale di Pagani
Via De Gasperi, 16
Ufficio ore 16,00/20,00
Infoline Tel./Fax 081.5152931
Cell. 328 9074079

 

Sei un Docente o uno Studente?
Puoi comprare biglietti e
abbonamenti per gli stettacoli
organizzati da Casa Babylon Teatro
con:

Carta del Docente

Carta Cultura dello Studente

 

Organizzazione

direzione artistica
nicolantonio napoli

direzione organizzativa
maria camilla falcone

area comunicazione
marika ianniello

segreteria organizzativa
marika ianniello

ufficio stampa
susy pepe

service
michele vittoriano

fotografia
gaetano del mauro


organizzazione
Casa Babylon Teatro
c/o Centro Sociale di Pagani
Via De Gasperi, 16
Ufficio ore 16,00/20,00
Infoline Tel./Fax 081.5152931
Cell. 328 9074079

email
info@casababylon.it

 
 
 
 
Privacy Statement | Terms Of Use Copyright (c) 2013 CasaBabylon.